lunedì 11 settembre 2017

Recensioni in 10 righe: "L'amore bugiardo" di Gillian Flynn


Amy e Nick vivono a New York, sono carini e innamoratissimi. Poi perdono il lavoro e devono trasferirsi in Missouri e forse non sono più tanto innamorati, né tanto carini. Finché il giorno del loro quinto anniversario Amy scompare, e le cose si complicano decisamente. Amy e Nick si alternano come narratori, e presto scopriamo che sono entrambi inaffidabili.
Un thriller intelligente, perfino ironico. A metà romanzo credi di aver già capito quello che c'era da capire e ti domandi di cosa mai si parlerà nelle molte pagine seguenti. Invece la parte più interessante del racconto comincia lì, quando tu stupido lettore pensi di aver capito tutto quello che avevi da capire. E poi ancora, quando arrivi al vero finale, ti ritrovi a fare un'altra capriola, e ti pare di vederla, l'autrice che sogghigna alle tue spalle. Insomma, un thriller che ti depista in continuazione, che ti diverte e si fa leggere: non è cosa da poco, ultimamente.

Voto *** e 1/2 

Nessun commento:

Posta un commento