lunedì 12 giugno 2017

Recensioni in 10 righe: "Anima" di Wajdi Mouawad




Una donna viene uccisa, il marito ne ritrova il corpo ferocemente oltraggiato e parte alla ricerca dell'assassino. Sarà una lunga odissea, alla scoperta del male e della malvagità umana, raccontata però dal punto di vista degli animali che assistono (lontanissimi o partecipi a modo loro) alle diverse tappe di questo viaggio angoscioso e angosciante. La scelta di questi narratori decisamente insoliti è la cosa migliore del romanzo: la loro ingenuità, le loro intuizioni pre-logiche rendono da una parte ancora più evidente la crudeltà degli esseri umani, dall'altra la visione e il racconto di questa crudeltà tollerabile, grazie al resoconto straniato e distante di esseri che non capiscono fino in fondo o che misteriosamente comprendono di più e meglio.
Un noir sicuramente originale, che va molto oltre le convenzioni di genere e il puro intrattenimento.

Voto ****

Nessun commento:

Posta un commento