domenica 14 agosto 2016

Recensioni in 10 righe: "Uno non basta: racconti soprannaturali" di C. Romolo


Una raccolta digitale autoprodotta di tre racconti brevi. Ne "I Senza Radici" una coppia gestisce senza molto successo un albergo in montagna; un giorno l'uomo fa una passeggiata e si accorge che il sentiero, da lui già percorso molte volte, ha qualche cosa di insolito e spaventoso. Ne "La loro ultima spiaggia" il protagonista, Nicolas, durante un'immersione crede di scorgere il volto della moglie morta suicida un anno prima. In "Esprimi un desiderio" una ragazzina è vittima della sua "migliore amica", che la sottopone a continui soprusi; ma un giorno trova in cima a uno scivolo quello che sembra il rifugio di un senza tetto e una misteriosa matita... 
Nel secondo e nel terzo racconto ("La loro ultima spiaggia" e "Esprimi un desiderio") l'autrice riesce a creare suspense (più che vero e proprio orrore), e a costruire due storie discretamente raccontate, con uno stile fluido e gradevole. Meno riuscito, a mio parere, il primo racconto ("Senza radici"). Interessante comunque il modo in cui il soprannaturale e il fantastico si insinuano nel quotidiano, il sovrapporsi graduale e inquietante dei due piani. 

Voto: quasi *** (c'è spazio per crescere)

Nessun commento:

Posta un commento