mercoledì 22 giugno 2016

Recensioni in 10 righe: "Lasciati guardare" di Silvia Andreoli




Uno dei romanzi selezionati dal torneo Io scrittore di qualche anno fa (2011) e pubblicato come ebook. Impaginato malissimo, senza nessuna formattazione, divisione di riga, di paragrafo o di pagina: diciamo che mi aspettavo di meglio. Trovato anche un orribile refuso ("ha" invece di "a"). 
Ho voluto leggerlo comunque, perché le prime righe mi hanno fatto sperare in una bella storia, ben scritta. La trama è piuttosto semplice: una figlia, nata miracolosamente viva dopo che sua madre è stata uccisa dal padre, ha modo di incontrare il genitore amato e odiato dopo 35 anni di una vita comunque segnata da lui, anche se assente. Attorno a questi personaggi e ai loro sentimenti complessi, morbosi, ruota tutto il romanzo. Non si legge certo per l'intreccio o la suspense, ma per la buona scrittura. Malgrado una certa eleganza stilistica, manca però un quid che entusiasmi davvero o che faccia innamorare dei personaggi. 
Comunque un romanzo più che dignitoso. 

Voto: *** meno  

Nessun commento:

Posta un commento