venerdì 27 maggio 2016

Recensioni in 10 righe: "L'ultima estate" di Cesarina Vighy



Non si tratta dell'estate scorsa, o dell'ultima estate da bambini o da innamorati: si tratta dell'ultima estate della vita, che l'autrice, vecchia e malata anche se fatica a riconoscersi come tale, trascorre a scrivere e a raccontare della sua famiglia, del suo passato e dell'amaro presente, prima di morire. Non perde mai il senso dell'umorismo e la lettura è piacevole, persino leggera. Tuttavia ogni tanto l'idea che mentre l'autrice scriveva quelle pagine sapeva di dover morire a breve torna nel lettore, ed è un pensiero agghiacciante, che inevitabilmente cambia la prospettiva su ciò che si sta leggendo. Al di là dello stile e del contenuto, un libro che colpisce la nostra umanità. 

Voto ***

Nessun commento:

Posta un commento