venerdì 26 febbraio 2016

Recensioni in 10 righe: Condominio R39 di Fabio Deotto







E' il primo thriller da un bel po' di tempo che mi ha intrigato e che non volevo smettere di leggere. La narrazione alterna la storia di una giornata maledetta nel condominio R39, con quella delle indagini del commissario Pallino (proprio così si chiama) che cerca di ricostruire ciò che è accaduto nel palazzo, dove sono stati ritrovati in fin di vita quasi tutti gli inquilini. A turno seguiamo un vecchio professore, un bambino solo in casa, una ex-attrice, una coppia di giovani amanti: tutti sono deboli, o malati, o perversi, ossessionati da qualcosa di malsano; nel condominio si respira un'aria decisamente viziata fin da subito, e la tragedia incombe. Il ritmo è ottimo, senza cadute fino alla fine. Alcune situazioni sono oggettivamente inverosimili, ma l'autore riesce a coinvolgerci lo stesso. Anzi, alla fine capiamo che l'inverosimile è indispensabile, in questa storia cupa, sgradevole, inquietante. 

Voto *** e mezzo, quasi ****

Nessun commento:

Posta un commento