venerdì 28 settembre 2012

Pensieri sparsi sugli scrittori esordienti

Pensiero n.1
Sono un po' stufa di sentire e di leggere chiacchiere strafottenti su quanti aspiranti scrittori ci sono in Italia, di quanto i suddetti siano analfabeti e ignoranti, su come case editrici sfruttatrici-sedicenti agenti-turlupinatori vari li seducano, truffando la loro babbionaggine e li depredino di soldi che, a occhio e croce, neppure hanno. Tutto vero, eh, però ormai mi sa tanto di discorso su come non ci siano più le mezze stagioni: lascia il tempo che trova, e non si può nemmeno dare la colpa ai cambiamenti climatici e all'inquinamento selvaggio. Sono un po' stufa, perciò. Anche perchè credo che ci siamo sempre stati, gli aspiranti scrittori un po' babbioni.

Pensiero n.2
Navigando in questo mare agitato, ho conosciuto anche qualche aspirante scrittore che sapeva (eilà) scrivere. In circa tre anni (statistica home made), quasi tutti hanno trovato una strada o ci sono vicini. Per strada intendo riconoscimenti, un minimo di visibilità e un editore vero (che pubblica, promuove, distribuisce e paga sul serio). Ne consegue che: non tutti gli aspiranti scrittori sono babbioni e che: talvolta il pur confuso e/o cinico mondo editoriale italiano se ne accorge, degli aspiranti non del tutto babbioni, e qualcosa ne fa. Cosa esattamente, è presto per dirlo.

Pensiero n.3
Ho conosciuto anche scrittori che sapevano scrivere, ma che non aspiravano abbastanza. Ecco, questi poco volenterosi che snobbano i concorsi letterari, il web, le occasioni di visibilità, anche se sanno scrivere è facile che si perdano nel nulla. Peccato eh, perchè da quello che ho letto delle loro casuali e maledette opere, a non aspirare abbastanza ci si rimette tutti: lettori e scrittori potenziali di roba interessante.

Pensiero n.4
A parte gli esercizi di stile, i divertimenti, quello che si scrive per campare, quello che si scrive per essere letti e notati. A parte tutto ciò. Ma in questo mondo, proprio noi qui, di che vogliamo parlare? Cosa abbiamo da dire? Potremmo eventualmente anche stare zitti?

Pensiero n.5
A parte l'adesione assoluta alla campagna contro l'editoria a pagamento (cioè quella in cui gli autori pagano gli editori), non vorrei che la sigla NO EAP che spargo a piene mani intorno alle mie pubblicazioni fosse male interpretata. Non sono affatto contraria al pagamento degli autori. Almeno ogni tanto. No, volevo chiarire.





giovedì 27 settembre 2012

Liber- Secondo Salone dell'Editoria Creativa e Autoprodotta

A Milano, in Via Bastia 15 (zona Ripamonti) nello spazio dell’Associazione Culturale Van-Ghè, sabato 29 e domenica 30 settembre dalle 10 alle 22. Ingresso libero. 


Ecco il programma:

Sabato 29
mattina

h. 10.00: si apre.
h. 11 – 13: stampa a mano con tirabozze tipografico: prove pratiche aperte al pubblico, per adulti e bambini. A cura di Paolo Cabrini.
pomeriggio

h. 15 – 16: stampa a mano con tirabozze tipografico: prove pratiche aperte al pubblico, per adulti e bambini. A cura di Paolo Cabrini.
h. 16.30: Poesie E(re)tiche - reading di Antonella Barina (EdizionE dell’Autrice).
h. 17.30: Versi Umani presenta "MILANO", antologia tematica. Con reading degli autori.

h. 19.00: reading a cura del Gruppo Pachidermide.
h. 19.30: Oggi reading- domani libro: Monica Moro legge la fiaba Il sole che ride, una proposta di co-edizione agli espositori di Liber.

h. 20.00: palco aperto (possibilità di letture, sonate, recitazioni libere ed estemporanee).
h. 21.30: concerto di “RE BELUGA” – one-man-band divertissement del cantante dei Wolfango.
h. 23.00: si chiude.


Domenica 30
mattina

h. 10.00: si apre.
h. 11 – 13: stampa a mano con tirabozze tipografico: prove pratiche aperte al pubblico, per adulti e bambini. A cura di Paolo Cabrini.
pomeriggio

h. 15 – 16: stampa a mano con tirabozze tipografico: prove pratiche aperte al pubblico, per adulti e bambini. A cura di Paolo Cabrini.
h. 16.30: Il caffè - reading di Claudia Vio (Unica Edizioni).
h. 17.30: presentazione di "Sfratto! Ovvero: manifesto per un'arte futura" (casa editrice Libera e Senza Impegni), conversazione con Francesco Porzio.
h. 18.30: reading a cura di Edizioni Pratiche dello YAJE’: "La Tierra es un satélite de la Luna" di Leonel Rugama e "Febbre" di Paolo Triulzi.
h. 19.30: concerto di LES ENFANTS (http://lesenfants.me/).
h. 21.00: reading a cura di Sartoria Utopia, testi di Manuela Dago, Francesca Genti, Paolo Gentiluomo e Giacomo Sandron.
h. 22.00: si chiude.

giovedì 20 settembre 2012

GialloMiele 2012

Si può leggere sul sito informamiele.it il mio racconto "Compagni di scuola", secondo classificato alla 4a edizione del Concorso Letterario GialloMiele.
La premiazione, uno tra gli eventi legati alle Manifestazioni apistiche 2012, si è svolta sabato scorso 15/9 a Castel San Pietro Terme (Bologna). E' stata una piacevolissima occasione per visitare un paese che non conoscevo, per incontrare la giuria (composta da Michelle Nouri, Antonio Paolacci, Stefano Rodi, Alfredo Colitto, Giancarlo Naldi e Cristiano Boscato), gli altri scrittori finalisti, gli organizzatori che ci hanno davvero coccolati e, naturalmente, per assaggiare moltissimi profumatissimi tipi di miele. L'effetto di tanta insolita dolcezza è stato devastante: basta noir, da oggi in poi solo narrativa rosa. O, per citare un amico mio di quando ancora le sfumature si portavano alte, al limite porno-rosa.


domenica 9 settembre 2012

Minuti Contati

Vi piacerebbe un concorso in cui avete un tema (perlopiù delirante), tempo limitatissimo (tipo un paio d'ore) e un numero ridicolo di battute (di solito si viaggia tra le 2000 e le 4000) per produrre una storia che poi i vostri colleghi scrittori si daranno da fare a demolire a colpi di editing rigorosissimo, minando alla radice la vostra autostima? Ecco, se siete proprio così masochisti, sappiate che un concorso del genere esiste davvero, da anni, tutti i mesi verso la fine del mese, qui. E, se siete irrimediabilmente pazzi, vi divertirete un sacco!
Qualche giorno fa è uscita l'antologia dei migliori racconti partoriti in questi anni dalle menti malate dei partecipanti. Si intitola (pensate un po') "Minuti Contati", è stata curata da Maurizio Bertino per NeroPress Edizioni, e la trovate qui.